Per chi suona la campana? Per chi non la vuole sentire, è ovvio!

campane, campanile, chiesa, parrocchia, rumore, multeLe campane delle chiese, spesso, suonano troppo forte. Con conseguenze che prima sfociano nelle rimostranze verso i vari parroci di turno e poi altre volte finiscono in segnalazioni agli enti competenti e quindi in multe al parroco responsabile. Continue reading “Per chi suona la campana? Per chi non la vuole sentire, è ovvio!”

Annunci

Lumache: carne o pesce? La soluzione dal Rinascimento

Vi siete mai posti il dubbio di come debbano essere considerate le lumache?lumaca Carne o pesce?

La risposta fu data soltanto nel Rinascimento sotto il pontificato di Pio V, quando nel periodo di Quaresima, il papa aveva chiesto un piatto di lumache, senza sapere però a quale categoria di alimenti appartenessero.

La leggenda narra che, per fugare ogni dubbio ed evitare di sbagliare, abbia proclamato: “Estote pisces in aeternum!” (= Siate pesci in eterno!).
Da quel momento in poi le lumache sono state considerate pesci!

Incredibile no?

da gasteropoda.net

YMCA, i Village People traditi dal rebranding

Village PeopleE fu così che le cambiarono nome. Grazie (o a causa, se guardiamo con gli occhi della band dei “Village People“) ad un’operazione di rebranding, il nome di una delle canzoni più famose del mondo YMCA andrà aggiornato. Già, perchè è notizia di qualche settimana fa, ormai accertata, che la storica associazione cristiana che diede il nome alla canzone ha voluto abbreviare l’acronimo in “Y”.

Ymca è, anzi era, infatti l’acronimo di Young Men’s Christian Associaton“, una delle associazioni no profit religiose più antiche, fondata nel 1844 in Inghilterra e molto diffusa negli Stati Uniti. Tra soci nostalgici ostili al cambiamento e nuovi membri che già da tempo hanno accettato il cambio, i vertici dell’associazione hanno rivelato al NYT che da generazioni vengono chiamati sempre e solo “Y”.

Fonte: Il Quotidiano.net

Radio Vaticana condannata per inquinamento elettromagnetico

Ma il reato è caduto in prescrizione verso l’ex presidente e per morte del reo per l’ex direttore.

Antenna Radio VaticanaSuperava la soglia dei limiti previsti dalla legge. Questa è l’affermazione con cui si sarebbe dovuto procedere contro l’ex Presidente el’ex Direttore di Radio Vaticana per ripetuti superamenti delle soglie di inquinamento eletttromagnetico.

Quella che sembrava fosse solo una voce, un chiacchiericcio, una protesta vacua da parte di chi voleva limitare la libertà di diffusione del pensiero cattolico ora trova una conferma nella sentenza che la corte d’appello ha emesso nel processo contro gli impianti di Radio Vaticana.

Pochi cenni su quella che è invece una vera notizia. Se il reato è caduto in prescrizione, i danni però rimangono. E perciò, fa sapere il Codacons, è possibile agire legalmente chiedendone il risarcimento. Ora la domanda però dovrà essere: chi ha sempre negato che fine deve fare?

E i Simpsons appoggiano South Park: solidarietà tra cartoons!

South ParkSuccede che su Maometto non ci si può scherzare nemmeno un pò. L’hanno sperimentato i creatori del cartone animato americano South Park, i quali dopo aver ritratto il profeta islamico nei panni di una mascotte di una squadra sportiva, con un costume da orso, hanno ricevuto minacce dal gruppo fondamentalista islamico Revolution Muslim per bocca del responsabile Abu Talhah Al-Amrikee.

Sul sito Usa compaiono scritte che minaccerebbero di morte Matt Stone e Trey Parker indicando che potrebbero finire “come Theo Van Gogh”, il regista olandese accoltellato a morte nel 2004 da un fondamentalista per il suo film sulle donne musulmane. Inoltre fornisce dettagli su una loro casa in comproprietà.

La famiglia SimpsonsMa succede anche che se da una parte piovono minacce, dall’altra arrivi anche la solidarietà. E indovinate un pò chi prova ad essere solidale con in creatori d’un cartone? I personaggi di un altro cartone! E infatti scende in campo (mi si consenta di usare quest’espressione…) nientepopòdimenoche…la famiglia Simpsons!

In una delle famose sequenze d’apertura, dove Bart scrive centinaia di volte una frase alla lavagna, compare la scritta: “South Park. Staremmo con voi se non avessimo troppa paura“.

Fonte: Quotidiano.net

Pubblicità e spot, Nespresso batte Lavazza: il paradiso non è vostro

Lo spot della Lavazza con Garrone, Bonolis e LaurentiSuccede che per la pubblicità si sia costretti ad inventare sempre qualcosa di nuovo. E succede spesso che l’idea che hai avuto non è propriamente nuova, ma qualcuno l’abbia già usata in una qualche maniera, tanto che agli occhi del primo, la tua sembri un’idea spudoratamente copiata.

In poche parole è questo quello che è successo secondo la Lavazza che ha portato in tribunale la Nespresso di Nestlè, rea secondo quanto esposto dai legali dell’accusa, di aver “copiato” l’idea dello spot di Bonolis e Laurenti in paradiso e di averla riadattata per il ben più famoso George Clooney.

Lo spot della Nespresso con Clooney e MalkovichIn entrambi gli spot infatti ci sarebbe lo stesso concetto del protagonista che a seguito di un evento singolare arriva in paradiso e si mette a chiacchierare con “nientepocodimenoche” San Pietro (nello spot dell´azienda svizzera rappresentato dal mitico John Malcovich, nella versione italiana dall’attore Riccardo Garrone).

Ma il giudice ha sentenziato diversamente, affermando e ribadendo che il paradiso non è proprietà esclusiva di alcun brand e gli spot presentano sostianziali differenze, per cui la Nespresso potrà continuare a mandare in onda la sua scenetta. Insomma, Lavazza, Dio non è con voi e il paradiso non è vostro. Rassegnatevi.

di Mononeuronico

fonte: La Repubblica

Ratzinger e la collezione di anime

https://i2.wp.com/ima.dada.net/image/halfcol/9905260.jpg Cosa c’è peggio di uno che non vuol vedere/sentire? Semplicemente il papa. Perchè parla pure a sproposito, quando farebbe meglio (dato che ormai c’è) a tacere. Leggendo dall’articolo di  Repubblica, riguardo le affermazioni del pontefice su Aids e preservativi, in occasione del suo recente viaggi in Camerun, si capisce anche perchè ha avuto la malsana idea di parlare…Sembra che il Vaticano non navighi in acque tranquille dopo la revoca della scomunica ai vescovi lefebvriani e lo credo bene: nemmeno era a conoscenza delle posizioni ufficiali quando ha revocato la scomunica.

Ma io dico: uno che dovrebbe distinguersi per saggezza e oculatezza che si mette a dire e fare cose fuori di senno??? Sulla vicenda dei vescovi ho già giudicato malamente l’operato di Benedetto XVI e del suo staff. Lunedì 16 marzo, papa Ratzinger ha dichiarato che non si poteva risolvere il problema dell’Aids con “la distribuzione dei preservativi”, e che, al contrario “questi aggravano il problema”. Ma cosa sei impazzito??? L’Alzheimer galoppa velocemente??? E’ come se andassi a casa dei parenti delle vittime della mafia a dire che arrestare i mafiosi aggrava il problema. Secondo me, non ci sta tanto con la testa.

Tra l’altro neppure ha citato una possibile alternativa che sia reale, dato che l’astinenza e la castità non era un rimedio prima e tanto meno lo è adesso. Un pò quello che fanno le destre. Criticano senza proporre. Ma in fondo come dice un blogger, Alessandro Robecchi, “cosa volete che gliene freghi al vecchio Raz, lui fa collezione di anime, mica di corpi”!