Una casa super-ecologica: ecco il progetto di un architetto russo!

casa bottiglie di champagneC’è chi ricicla la carta, chi il sughero, chi altro materiale per creare oggetti diversi….ma mai si era pensato di utilizzare bottiglie di champagne per costruire una casa! Questo il progetto di un architetto russo di 52 anni, Hamidullah Ilchibaev, della città di Chelyabinsk.  Continue reading “Una casa super-ecologica: ecco il progetto di un architetto russo!”

Hundertwasserhau: la casa “matta” di Vienna

Hundertwasserhaus

Vi immaginate voi una casa senza linee dritte e regolari, senza spigoli vivi, con pavimenti curvi, finestre diverse l’una dall’altra, balconi e verande che sembrano essere lì per caso e ancora… alberi che crescono dentro al palazzo, che sbucano oltre il tetto, colori non convenzionali e allegri, giardini pensili e fontane sui terrazzi per portare la natura nelle case?!

Tutto questo si può trovare a Hundertwasserhau: un complesso di case popolari costruite a Vienna dall’architetto e artista Friedensreich Hundertwasser, per dare alle persone meno abbienti allegria e gioia di vivere.

E pensare che anche i servizi igienici sono in stile: infatti toilet of modern artfanno parte delle Toilet of modern art dove ceramiche decorative, fontane e colori sgargianti rendono allegro e piacevole anche questo ambiente.

Queste case sono diventate una vera  e propria attrazione turistica e ogni anno attirano migliaia di turisti; ed è per questo che il comune di Vienna ha pensato di mettere in affitto questi appartamenti, al prezzo di 5 euro al metro quadro.

Beh, provare per credere!!!

da Liquida Le voci del Web

Ripristinato il distributore della felicità: la Fontana del Vino di Hampton Court

La Fontana del Vino di Hampton CourtIl Palazzo di Hampton Court è un palazzo reale a Richmond upon Thames. Si trova a 11.7 miglia a sud-ovest di Charing Cross sulla riva del Tamigi, nella contea del Surrey, Inghilterra sud-orientale.

Il palazzo, uno dei più belli e visitati di tutto il Regno unito, oltre ad essere una delle maggiori attrazioni turistiche, è anche sede ogni anno di varie manifestazioni tra le quali Hampton Court Palace Festival e Hampton Court Palace Flower Show.

La Fontana del Vino di Hampton CourtMa al di là di tutti questi discutibili fenomeni decisamente terreni, quello che contraddistingueva il parco e il cortile del suntuoso palazzo era una fontana: una tra le tante, direte voi: no. L’unica. L’unica dalla quale sgorgava vino. Per questa sua peculiarità, è stata nominata come “la fontana del vino“.

Recentemente ricostruita in perfetto stile Tudor, sul modello di alcuni reperti rinvenuti nell’area, la fontana è ora oggetto di ben più pressanti e numerose richieste di visite (rigorosamente guidate, per preservare i punti sulla patente). Sembra che per poter essere ammessi a brindare intorno al miracoloso distributore di ebbrezza e felicità ci si debba vestire come ai tempi di Enrico VIII.

Gli 80 anni di Ennio morricone

Oggi Ennio Morricone festeggia i suoi ottant’anni con l’entusiasmo e l’energia di un Ennio Morriconeragazzino, corteggiato dai registi di tutto il mondo, amato da platee sempre più planetarie che lo identificano nel perfetto anello di congiunzione tra la grande musica e il grande cinema.

Muove i primi passi nel mondo del lavoro alla metà degli anni Cinquanta e ottiene consensi come arrangiatore alla Rca lavorando per molti artisti della musica leggera italiana. Ma la sua carriera professionale conosce una svolta indimenticabile nove anni dopo quando l’ex compagno di scuola alle elementari, Sergio Leone…(Continua a leggere)

Nymphomania. La Ninfa tra Moda, Arte, Storia e Filosofia

Inoltro il comunicato stampa di un’interessante iniziativa: nymphomania

Da sabato 4 ottobre, al Centro di Aggregazione Giovanile “Bubamara” di Senigallia (zona Cytiper), si terranno 4 lezioni, tenute da professori universitari provenienti dall’Università di Bologna e dall’Università I. U. A. V. di Venezia, che avranno come argomento le Ninfe. Questo tema della nostra cultura, dall’antichità classica fino ai giorni nostri, non ha mai smesso di esercitare il suo fascino.

Le ninfe sono figure che, nate dal mito greco, hanno influenzato in maniera determinante la storia della letteratura, dell’arte, ma anche quella della moda, andando a costituire un paradigma culturale che offre grandi suggestioni all’analisi filosofica, se, come scrive Giorgio Agamben in un suo recente libro, “la storia dell’ambigua relazione fra gli uomini e le Ninfe è la storia della difficile relazione fra l’uomo e le sue immagini”.

Questo il calendario delle lezioni, che si terranno tutti i sabati di ottobre alle ore 18.00 presso il C. A. G. “Bubamara” (zona Cytiper):

sabato 4 ottobre, ore 18.00: L’eleganza del vento: l’aria vestita dalle ninfe, prof.ssa Paola Goretti dell’Università di Bologna. Alla chitarra acustica Alessandro Buccioletti;

sabato 11 ottobre, ore 18.00: La Ninfa nell’arte rinascimentale, prof. Fabrizio Lollini, Università di Bologna. All’arpa celtica Serena Gasparini;

sabato 18 ottobre, ore 18.00: Ninfa in labirinto, prof.ssa Susanna Mati, Università IUAV di Venezia. Alla chitarra acustica Alessandro Buccioletti;

sabato 25 ottobre, ore 18.00: Grazia e rivoluzione: l’irruzione della Ninfa nell’immaginario del Rinascimento, prof.ssa Monica Centanni, Università IUAV di Venezia. All’arpa celtica Serena Gasparini.

L’evento è organizzato da Lorenzo Franceschini e Laura Simbula, con la partecipazione dell’Associazione “Bubamara” e con il finanziamento del Comune di Senigallia.

Ingresso gratuito.

Contatti:

Lorenzo Franceschini: 3881203011, france.lorenzo@libero.it;

Laura Simbula: 3282724759, laura.simbula@hotmail.it;

C. A. G. “Bubamara”: 0717931366, sintomidisalute@yahoo.com.

Quando la scienza comunica

E’ il “linguaggio visivo nella comunicazione scientifica”. Lo strumento a cui si affida è la rivista specializzata “Science e la National Science Foundation” (NSF) che ha il compito di premiare la migliore foto del “Science and Engineering Visualization Challenge 2008”. Parliamo dei migliori prodotti al mondo di scienziati, ingegneri, specialisti nella comunicazione visiva ed artisti che hanno utilizzato in maniera innovativa, foto e filmati, per promuovere la comprensione dei risultati della ricerca e dei fenomeni scientifici. Qui di seguito alcune “opere d’arte”. È il punto d’unione tra la letteratura scientifica e i comuni cittadini: le illustrazioni. Un modo per rendere omaggio alla bravura di coloro che si sono cimentati in questa difficile operazione tra fili oscillati, ventose pungenti, le microalghe e altro, si impara a conoscere l’altra faccia della scienza. Naturalmente per immagini.

“Visualizing the Bible”

by Chris Harrison, Carnegie Mellon University, e Christoph Römhild, North Elbian Evangelical Lutheran Church.


L’immagine, che ricorda un arcobaleno, è stata elaborata al computer e mostra la Bibbia in un modo inedito ed originale. Ad ogni capitolo corrisponde una linea verticale, dalla lunghezza proporzionale al numero di versi. Gli archi colorati invece rappresentano le citazioni tra un capitolo e l’altro.

“Squid suckers: the little monsters that feed the beast”

by Jessica D. Schiffman e Caroline L. Schauer, Drexel University.

Queste piccole bocche spalancate, larghe circa 400 micrometri, sono in realtà le ventose di un calamaro. Le loro estremità sono circondate da anelli di chitina dentellati, che servono a facilitare la cattura delle prede.

Fonte: La Repubblica.

Scarichi illegalmente? Niente più internet!

Nicholas Sarkozy ha le idee chiare su come risolvere il problema della pirateria online: obbligare gli ISP a sconnettere dalla Rete gli utenti che condividono file illegalmente. Il Presidente francese è certo che la nuova Legge sarà approvata entro la fine dell’anno, forte di una Maggioranza schiacciante e una lobby musicale convincente.il premieri francese e consorte

L’obiettivo è quello di creare un Alto Commissariato per la protezione del Diritto d’autore (Hadopi) e la distribuzione di opere dell’ingegno su Internet. Tutti i detentori di diritti di copyright potranno rivolgersi a questa nuova struttura per denunciare eventuali violazioni. La collaborazione obbligatoria degli ISP, poi, consentirà l’individuazione dei responsabili di sharing illegale e la conseguente procedura di alert. Due avvertimenti precederanno la disconnessione definitiva e l’impossibilità di attivare un nuovo contratto con altri provider.

Le prime indagini sul campo confermano che una normativa di questo genere porterebbe ad una riduzione del traffico illegale francese dell’80%. L’Opposizione, ovviamente, anche di fronte a queste stime, si è detta contraria a questo genere di militarizzazione del conflitto. Intanto si attende l’opinione della Comunità Europea.

Fonte: Tom’s Hardware.