Radio Vaticana condannata per inquinamento elettromagnetico

Ma il reato è caduto in prescrizione verso l’ex presidente e per morte del reo per l’ex direttore.

Antenna Radio VaticanaSuperava la soglia dei limiti previsti dalla legge. Questa è l’affermazione con cui si sarebbe dovuto procedere contro l’ex Presidente el’ex Direttore di Radio Vaticana per ripetuti superamenti delle soglie di inquinamento eletttromagnetico.

Quella che sembrava fosse solo una voce, un chiacchiericcio, una protesta vacua da parte di chi voleva limitare la libertà di diffusione del pensiero cattolico ora trova una conferma nella sentenza che la corte d’appello ha emesso nel processo contro gli impianti di Radio Vaticana.

Pochi cenni su quella che è invece una vera notizia. Se il reato è caduto in prescrizione, i danni però rimangono. E perciò, fa sapere il Codacons, è possibile agire legalmente chiedendone il risarcimento. Ora la domanda però dovrà essere: chi ha sempre negato che fine deve fare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...