Critiche su critiche: la sicurezza di ammalarsi

Concittadini (in rete, si, siamo concittadini)! Amici! Fratelli (meglio le sorelle, però)! Non leggete quanto sto per scrivere poiché sono sempre le solite sciapate!

Non parlerò di questioni serie come la vicenda di Eluana Englaro, dato che ormai lo fanno tutti, senza dire cose sensate: se proprio dovete aprire bocca e dare aria al vostro neurone, vi prego e mi rivolgo a tutti, prima informatevi bene e non vi lasciate ingannare Il nano pelato soprannominato Al Tappone da Marco Travagliodall’informazione italiana. Vi siete mai chiesti perchè non abbiamo visto una sua foto dopo il coma ma solo le foto prima dell’incidente? Fa brutto per caso accettare la morte (con 17 anni di coma) di una ragazza sorridente? Chiediamolo al padre…

E alla fine ne ho parlato pure io, nonostante siano solo 4 righe. Ma in realtà la scusa per cui l’ho introdotto ‘sto discorso è sempre e solo lui: Berlusconi. Quello che mi da più fastidio non è tanto il tentativo di salvare una persona (a livello di principio, ci mancherebbe altro!) sebbene in coma da 17 anni. Mi da fastidio il falso moralismo di Berlusconi & Co. Mi da fastidio la faccia preoccupata di Gasparri al Tg1 di ieri (5 minuti di intervista senza possibilità di replica), mi da fastidio Maroni. Ma soprattutto il nano pelato (Al Tappone, grazie Marco!) quando se ne esce con frasi del tipo: “Noi non siamo per la morte, noi siamo per la vita, noi siamo il partito della vita”! E Rapinavano con le maschere di Berlusconi e Dell'Utri un bel “Ma vaffanculo!” non ce lo metti??

Fortuna che di Berlusconi se ne può parlare in ben altra maniera. Per esempio si può dire che viene preso come  modello da imitare: già peccato che i suoi discepoli siano dei ladri e che venga preso come modello per fare rapine! Proprio così: fare rapine. A Torino sono stati presi due rapinatori, due fratelli, Matteo e Michele Manganaro, di 46 e 45 anni, che avevano appena messo a segno un colpo da circa 70.000 euri, indossando le maschere di Berlusconi e Dell’Utri. La cosa buffa è che non possono nemmeno denunciarli per il leso diritto all’immagine: non ci crederebbe nessuno!!! A questo punto sono curioso di sapere che maschera aveva il terzo complice, riuscito a scappare. Tiro a indovinare: Mangano???

Ridiamoci su dato che per piangere c’è sempre tempo. Facciamo come Mickey Rourke, che posando per i fotografi ai Elle Style Awards di Londra, mostra per benino il suo dente d’argento (nemmeno fossimo sul set dei Pirati dei Caraibi!).

Fa poco ridere invece il disegno di legge sulla sicurezza che Famiglia Cristiana ha bollato come antirazziale, frase per cui Maroni invece s’è un pò risentito e ha pensato bene di denunciare il settimanale. Tra le varie misure che verrebbero introdotte c’è persino la stupidaggine abolire il divieto per i medici di denunciare i clandestini che si vanno a curare. Risultato: i clandestini non si andranno a curare. Con evidente miglioramento delle condizioni di salute generali, per cui io adesso andrò a passeggio, a scuola, in chiesa con la sicurezza di ammalarmi. Perchè, sempre grazie al sommo, questi poveri cristi piuttosto che rischiare il rimpatrio, rischiano la pelle. Come risposta al ddl voluto dalla Lega Nord, sul camice bianco è ora comparso un adesivo rosso con una frase che pare la rivisitazione dell’antico giuramento d’Ippocrate: “Non siamo spie!”

E’ una bella giornata, va tutto bene…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...