La strage impunita, il dl anticrisi e la tassa sull’immigrazione

Le ultime news non sono proprio ottime. In particolare vi ricordo che sta succedendo questo…

Mafia, annullato carcere duro per il boss stragista Mimmo Ganci.

I giudici del tribunale di sorveglianza di Roma hanno annullato il 41/bis, il carcere duro, al boss stragista Mimmo Ganci di Palermo. Il provvedimento è del 30 dicembre, ma la notizia è stata diffusa solo oggi. Il mafioso è detenuto nel carcere di Rebibbia perché deve scontare condanne all’ergastolo, molte delle quali definitive, in particolare per le stragi e alcuni delitti eccellenti compiuti in Sicilia. I difensori del killer nei mesi scorsi avevano chiesto al tribunale di sorveglianza l’annullamento del carcere duro che è poi stato accolto dal tribunale. Domenico Ganci, detto Mimmo, è accusato di oltre 40 delitti, ed è considerato uno dei più pericolosi sicari di Cosa nostra. E’ figlio del capomandamento della Noce, Raffaele Ganci, stretto alleato di Totò Riina. Ganci è detenuto dal giugno 1993 ed è stato condannato per la strage di Capaci del 1992. Ora mi chiedo: cosa cazzo deve fare una persona per essere punita severamente in Italia? Possibile che se tiri le scarpe a Bush o i microfoni a Berlusconi passi i guai mentre se compi 40 delitti ti tolgono il carcere duro? Fonte: Repubblica.

Decreto legge anticrisi, il governo pone la fiducia."Una cosa mai vista"

La maggioranza di centrodestra e Gianfranco Fini sono di nuovo ai ferri corti. Il governo ha annunciato oggi di voler porre la fiducia sul disegno di legge anticrisi, ma la scelta è stata duramente criticata dal presidente della Camera. “Per rispetto del Parlamento”, ha annunciato il ministro dei Rapporti con il Parlamento Elio Vito, Palazzo Chigi intende porre la fiducia sul testo elaborato “dopo ampio dibattito dalla commissione Bilancio e Finanze della Camera”. “In tanti anni – replica Fini – ho avuto modo di ascoltare le molteplici ragioni per le quali il governo, avvalendosi di una sua esplicita prerogativa, ha deciso diporre la questione di fiducia”, ma “è la prima volta  che sento dire che viene posta la questione di fiducia in omaggio alla centralità del Parlamento“. No comment. Fonte: Repubblica.

Maroni conferma la tassa agli immigrati Duello con Berlusconi, poi il chiarimento

Maroni conferma la tassa sull’immigrazione.

Sull’immigrazione il ministro dell’Interno Maroni insiste, ma il premier Berlusconi, di fatto, lo smentisce. E anche se in serata c’è stato un colloquio telefonico tra i due definito “di chiarimento” e “cordiale”, su questo tema resta alta la tensione tra Pdl e Carroccio. Maroni ha confermato la tassa sui permessi di soggiorno, nonostante la contrarietà espressa nei giorni scorsi da Berlusconi. Cioè, spiegatemi bene: dopo che quei poveracci si sono giocati tutto per fare un viaggio in cui tra l’altro rischiano la vita, tu gli poni una tassa sul permesso di soggiorno??? Ma la tassa la dovresti pagare tu, perchè dici un sacco di stronzate!!! Fonte: Repubblica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...