Parlamento europeo: no alle 65 ore

Il Parlamento europeo ha respinto la proposta di portare la settimana di lavoro nell’Unione europea fino a 65 ore. Tutti gli emendamenti della commissione lavoro sono stati approvati con una maggioranza superiore ai 393 voti richiesti, essendo il provvedimento in seconda lettura. Una decisione che di fatto boccia il tentativo del Consiglio Ue (cioè i governi degli Stati membri) di introdurre la possibilità di derogare al limite delle 48 ore settimanali.

Inoltre, Strasburgo chiede che siano considerati a tutti gli effetti come tempo di lavoro i periodi di guardia delle professioni mediche e dei servizi d’emergenza (pompieri), mentre il Consiglio Ue voleva distinguere fra periodo di guardia ‘attivo’ e ‘inattivo’. L’assemblea, infine, ha respinto le disposizioni che avrebbero eliminato l’obbligo del riposo compensativo immediatamente dopo il periodo di guardia. Continua a leggere…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...