Un referendum per diventare adulti

I cittadini svizzeri domenica saranno chiamati a votare in un referendum per decidere se legalizzare la marijuana nel loro Paese. Il referendum di iniziativa popolare, intitolato “Per una politica della canapa che sia ragionevole e che protegga efficacemente i giovani“, è appoggiato da Verdi, Socialisti, Partito Liberale Radicale e alcuni membri dei Popolari Democratici, contrari Udc e Partito Evangelico. Secondo i detrattori legalizzare la cannabis vuol dire aprire le porte del Paese a una grande massa di gente alla ricerca solo di “fumo”. Ad essere temuto soprattutto un grande afflusso proveniente dall’Italia.

Nonostante il divieto – spiega Swissinfo online – moltissime persone consumano abitualmente o hanno consumato cannabis almeno una volta nella loro vita. L’iniziativa sulla canapa chiede pertanto che gli adulti possano consumare cannabis e coltivarla per il consumo personale, senza incorrere in una pena. Al governo federale resta comunque la prerogativa di emanare disposizioni sulla produzione, l’importazione, l’esportazione e il commercio di cannabis e adottare provvedimenti adeguati per proteggere i giovani dagli abusi della sostanza.

Il senatore Carlo Giovanardi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega alle tossicodipendenze, esprime preoccupazione alla notizia di un’ eventuale liberalizzazione in Svizzera della marijuana. ”Se le autorita’ svizzere sono allarmate per una vittoria nel referendum voluto dagli antiproibizionisti, per la possibilita’ di un’invasione di consumatori alla ricerca di zone franche dove utilizzare marijuana, ancor piu’ lo siamo noi -rileva- che prevediamo, in quel caso, un aumento del consumo e del numero dei tossicodipendenti nelle regioni a ridosso con il confine svizzero”.

Fonti: Excite Magazine, Fuoriluogo, AdnKronos.

Altrochè inasprire le pene. Qua si parla di rendere le persone consapevoli di quanto stanno facendo, di cosa consumano e delle conseguenze che l’uso di tale sostanza produce nel corpo umano. Qua si parla di diventare adulti.

Annunci

Un pensiero su “Un referendum per diventare adulti

  1. Gli svizzeri hanno bocciato l’iniziativa popolare che chiedeva la depenalizzazione del consumo di cannabis.

    La maggioranza dei cantoni ha infatti respinto il progetto che per essere approvato necessitava della doppia maggioranza dei 26 cantoni e della popolazione (4,9 milioni di elettori).
    Hanno quindi rinunciato alla possibilità di far crescere i consumatori e di renderli consapevoli di quello che fanno.

    Strano risultato: nella stessa giornata uno degli altri 3 quesiti referendari prevedeva l’ampliamento del programma di distribuzione controllata ai tossicodipendenti gravi ed è stato aprovato.

    Altre info sul sito di Repubblica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...