News of the week

L’Avvenire contro Alemanno e La Russa: avventate le frasi sul fascismo.

“Avventate”. L’Avvenire bolla così le dichiarazioni sul fascismo di Gianni Alemanno e Ignazio La Russa. Secondo il quotidiano dei vescovi italiani, che oggi propone un editoriale di Sergio Soave, le critiche al sindaco di Roma sono giuste. Quel “il fascismo non è il male assoluto” pronunciato dal primo cittadino della capitale “è stato un indiscutibile errore”. Dunque, per Avvenire, “quale che fosse la sua intenzione, la frase di Alemanno aveva il senso di una rivendicazione di eredità e di identità, seppure cauta e circospetta, non quella di un giudizio storico equanime”. Fonte: La Repubblica.

Australiano prende a pugni un canguro, ricercato.

A questo link le immagini di un episodio di ignobile violenza sugli animali. Botte, calci e pugni in un video shock analizzato sperando di scoprirne gli autori.

La Bolivia fa scuola: anche il Venezuela caccia l’ambasciatore Usa.

Si alza la tensione tra Stati Uniti e Venezuela. Il presidente Ugo Chavez, dopo che ieri la Bolivia aveva espulso l’ambasciatore americano, ha adottato la stessa misura nei confronti del rappresentante diplomatico di Washington a Caracas. “L’ho fatto per solidarietà con la Bolivia, Patrick Duddy se ne deve andare entro 72 ore”. Allo stesso tempo Chavez ha richiamato l’ambasciatore a Washington, Bernardo Alvarez. “Quando arriverà alla Casa Bianca un governo che rispetta l’America Latina – ha affermato – manderemo un ambasciatore”. La ritorsione di Chavez, però, non si ferma all’espulsione dell’ambasciatore. E punta dritta agli interessi economici statunitensi: “In caso di attacco contro di noi potremmo sospendere le esportazioni di greggio. Andate all’inferno, yankee di merda“. Nel frattempo sono finiti dietro le sbarre il generale di divisione Wilfredo Barroso e il maggiore Labarca Soto, accusati di aver tramato contro Chavez. Vai all’articolo di Repubblica.

Guerra all’alcool: via libera alle tabelle nei locali.

Basta con la sventatezza e l’ignoranza, nessun guidatore potrà dire di essersi distratto, che non sapeva. Arrivano con un seguito di polemiche le tabelle controlla-alcol: dal 23 settembre dovranno essere ben visibili in ogni locale i poster voluti dal ministero, elenchi minuziosi e dettagliati di bevande con i loro gradi alcolici e gli effetti su uomini e donne in base al peso corporeo, dalla birra al digestivo, dallo champagne ai ready drink, e chi non li espone rischia di vedersi chiuso il locale fino a sette giorni. Tutti dovranno imparare che anche troppe birre analcoliche possono far schizzare l’etilometro…Cooosa??? Pure quella che pubblicizza Giànca Fisico??? Continua a leggere l’articolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...