Mucche magnetiche

Ovvero… quando la bussola è un bovino.

Certo non sarà comodo portarsene una in viaggio ma le mucche, placide produttrici di latte, possiedono davvero un inaspettato talento di “bussole”. Secondo un recente studio pubblicato su PNAS, vacche ed altri ruminanti preferiscono infatti allinearsi lungo la direzione da nord a sud.

Secondo Sabine Begall, dell’Università di Duisberg-Essen in Germania, questi quadrupedi, in qualche modo ancora sconosciuto, riescono a percepire il campo magnetico terrestre. “È sorprendente che un fenomeno cosi ubiquitario e diffuso non sia mai stato rilevato da allevatori e da cacciatori per centinaia d’anni,” è stato il commento di Begall.

La scienziata ha analizzato le immagini di più di 8000 capi di bestiame prese da Google Earth. Le foto sono state scelte in modo che gli animali fossero chiaramente visibili, all’aperto e lontano da abbeveratoi o mangiatoie, che potevano influenzare il loro modo di disporsi.

La mucca non è il solo animale che è stato preso in considerazione: gli scienziati hanno infatti analizzato sul campo la posizione di cervi e caprioli nella Repubblica Ceca, anche osservandone le impronte del corpo lasciate nella neve, evidenziando anche in questo caso una preferenza per l’allineamento nord-sud.

La spiegazione piu ovvia secondo Begall è da escludere: gli animali non si dispongono in questo modo per massimizzare la quantità di calore solare assorbita attraverso l’epidermide. Begall è certa di questo perché i ricercatori hanno preso in esame anche le immagini di mucche molto vicine ai poli. Se l’ipotesi “termica” fosse vera gli animali sarebbero orientati verso il nord reale, e non verso quello magnetico, come in effetti accade. Non è stata inoltre trovata neanche una correlazione con la direzione del vento.

La capacità di percepire il campo magnetico terrestre è stata evidenziata in molti altri animali, pipistrelli, topi, piccioni, ed è dunque plausibile che anche erbivori come la mucca e i cervi possiedano questa dote. Ora non resta che confermare i risultati con prove di tipo sperimentale.

Fonte: Scienza Esperienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...