Scie chimiche? No, grazie!

Cosa sono le Scie Chimiche (Chemtrails)?


Sono scie di polveri di bario, alluminio, ma anche di polimeri (filamenti di silicio), scaricate a migliaia di tonnellate in tutti i cieli del mondo da aeroplani appositamente attrezzati.

I governi, interpellati sull’argomento da singoli cittadini o da loro associazioni, hanno in genere, ignorato le domande (es. Italia, Francia); oppure, quando hanno risposto, hanno fornito risposte vaghe, quali “fanno parte di studi per contrastare l’effetto serra” (USA) o “fanno parte di studi per contrastare il terrorismo” (Germania).

In realtà servono per studiare come controllare il clima a proprio piacimento.
Essere in grado di controllare il clima equivale a possedere un arma di distruzione di massa infinitamente più potente ed efficiente delle armi nucleari: le armi nucleari distruggono e contaminano con le radiazioni tutto ciò che ricade nel loro raggio d’azione; una siccità, un’ alluvione, un ciclone distruggono “solo” gli esseri viventi e le loro attività, ma soprattutto lasciano intatte le risorse, a disposizione dei “signori del clima”; inoltre possono essere utilizzate senza il consenso dell’opinione pubblica. I prodotti chimici per la produzione delle nuvole artificiali possono essere liberamente acquistati su Internet.

Ovviamente queste polveri immesse nell’aria sono molto dannose per la salute. Tutte producono problemi all’apparato respiratorio: i polimeri sono filamenti di silicio, e respirare il silicio provoca la silicosi. Le polveri di alluminio, in un breve periodo, hanno effetti negativi sulla memoria e sulla capacità di concentrazione, mentre, in tempi più lunghi, producono sintomi simili a quelli dell’alzheimer. Le polveri di bario producono stati di spossatezza (in quanto fanno contrarre i muscoli), inibiscono il sistema immunitario aumentando così le probabilità di ammalarsi.

Maggiori info:http://www.sciechimiche.org/; www.rense.com/; cieli liberi; http://files.meetup.com/208457/AlzaLaTesta.pdf.

Annunci

3 pensieri su “Scie chimiche? No, grazie!

  1. Be’ ti consiglierei di informarti anche altrove.

    Ad esempio che i governi USA o tedeschi abbiano risposto quelle cose mi sembra proprio sia una bufala, a tutte le interrogazioni che ho visto han risposto che quelle sono scie di condensazione. Le analisi che hai linkato in un altro post mostrano concentrazioni perfettamente normali di alluminio (uno degli elementi piu’ comuni sulla crosta terrestre) e di bario (usato in molti processi industriali, e comunque non raro). In ogni caso si tratta di qualche parte per milione di questi elementi, nei campioni esaminati.

    Nessun meteorologo trova ci sia qualcosa di strano in quelle scie, che io vedo nel cielo da quando guardo il cielo. E andandosi a guardare la letteratura scientifica sull’argomento, si vede che le condizioni per la formazione di scie persistenti, alle nostre latitudini, ci sono almeno il 30-40% del tempo.

    Nei siti come quello che citi ci sono moltissime cose assurde. Non e’ possibile, ad oggi, controllare il clima se non su regioni ridottissime, pochi km, e con risultati molto scarsi. Per modificare il clima assorbendo l’umidita’ (il bario in teoria servirebbe a questo) servirebbe il carico di 1000 Boeing 747 per ogni chilometro quadro da irrorare. E il bario non servirebbe allo scopo, non funziona sparso come polvere in aria. Non e’ possibile utilizzare onde radio per modificare il clima. Non esistono sonde autoreplicantesi (quelle che causerebbero il terribile Morgellons). I metodi utilizzati per misurare l’altezza degli aerei non hanno senso. Non esistono “nubi elettroconduttive”, il temine stesso e’ una contraddizione, se è una nube è isolante.

  2. Sono contento che qualcuno abbia risposto. Dei molto complicati (per me) termini che hai usato, ne ho capito lo 0,5%!
    A parte questo, non hai citato nessuna fonte, ma hai solo affermato “mi sembra strano”, “non hanno senso”, ecc, che lasciano il tempo che trovano…
    Dammi qualche sito da cui hai preso queste affermazioni, così vedrò di postare qualcosa.
    D’altro canto, il mio voleva essere uno spunto di riflessione di partenza per vedere cosa succede sopra le nostre teste…Fidarsi delle risposte dei governi? Bah…

  3. Scusa, esiste una fonte ufficiale riguardo a tutte le affermazioni che fai tu? Ad esempio una fonte ufficiale per le risposte dei governi che citi? Le interrogazioni in Italia non sono state ignorate, hanno avuto la precisa risposta che si tratta di scie di condensa. Se questa non è la risposta di chi crede si tratti d’altro, non significa che non sia una risposta. Certo, fidarsi dei governi non è detto sia il massimo, ma non vedo perché invece fidarsi di chi sostiene senza uno straccio di prova che quelle che fino a 10 anni fa erano banali scie di condensa oggi siano invece un complotto per avvelenare il mondo.

    Idem riguardo alle concentrazioni di bario ed alluminio. Nei siti indicati vengono riportate analisi fatte in modo non specificato, senza nessuna indicazione di quali dovrebbero essere i valori “normali”, e senza nessuna prova che la colpa di alti livelli di bario e alluminio. L’alluminio è il terzo elemento della crosta terrestre, con un’abbondanza dell’8,1% (http://it.wikipedia.org/wiki/Alluminio), trovarlo in giro nella polvere direi che è perfettamente normale.
    Il bario viene trovato in concentrazioni bassissime, decine di parti per milione. Praticamente tutti gli elementi sono presenti a quelle concentrazioni.

    E’ difficile indicare riferimenti per qualcosa che non c’è, Finora non ho trovato NESSUN articolo di meteorologo professionista che suggerisce qualche “stranezza” nelle scie che vediamo in cielo, mentre esistono moltissimi studi scientifici che spiegano come si formano dalla condensa dei gas di scarico dei motori. Purtroppo temo si tratti di articoli tecnici non divulgativi, ma se volete ve li cito. Un esempio di opinione ufficiale di un portale di meteorologia professionale è qui http://www.3bmeteo.com/giornale/meteo_articolo-7157.htm

    Per qualcosa di divulgativo, posso consigliare il sito gestito da piloti http://www.md80.it
    Qualcosa di più discorsivo si trova in http://attivissimo.blogspot.com/2007/02/scie-chimiche.html
    Riguardo al bario per controllare il clima, ho cercato di fare un paragone, ma evidentemente se si mettono dei numeri non si viene capito. Ho calcolato quanta acqua c’è nelle nuvole che coprono un chilometro quadrato. E quindi quanto bario servirebbe per “asciugarle” (nei siti sulle scie chimiche si dice in sostanza questo). Assomiglia alla pubblicità del deumidificatore che prosciugava il canale di Venezia. O arginare un’alluvione con la carta assorbente. Se si vuole fare ipotesi su cosa ci sia effettivamente in cielo, occorre sapersi fare i conti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...